Glossario

AJAX progress indicator
  • ACE inibitori
    Classe di farmaci per curare l’ipertensione. Sono di prima scelta nel diabete.
  • Acetone
    E’ uno dei corpi chetonici. Compare nell’alito (che ha odore di “frutta matura”) in caso di grave scompenso del diabete tipo 1.
  • Acido acetilsalicilico
    E’ il principio attivo dell’Aspirina e di altri prodotti simili che vengono spesso prescritti ai diabetici per ridurre il rischio di trombosi contrastando l’aggregazione delle piastrine (“fluidificano il sangue”)
  • Ago usa e getta
    Si tratta del piccolo ago che viene montato sulla penna usata per l’iniezione dell’insulina. Ce ne sono di diversa lunghezza (4,5,6,8,12 mm) e spessore (29,30,31,32,33 g).
  • Albuminuria
    L’albumina è una delle principali proteine del sangue e in genere non viene filtrata dal rene se questo non ha una funzione alterata. Quantità limitate di albumina nelle urine (30-300 mg al giorno) definiscono la presenza di microalbuminuria. Quantità di albumina nelle urine superiore a 300 mg al giorno definiscono la presenza di albuminuria (o proteinuria).
  • Alimenti per diabetici
    Si tratta in genere di alimenti (es. pane e derivati, pasta) che vengono arricchiti di fibre vegetali per rallentare l’assorbimento dei carboidrati contenuti negli alimenti. Da notare che non contengono meno calorie, quindi non fanno dimagrire. Accanto a questi sono venduti alimenti definiti impropriamente per diabetici (es. mele per diabetici).
  • Alterata glicemia a digiuno
    E’ una condizione di elevato rischio di sviluppare diabete ed è definita da una glicemia a digiuno fra 100 e 125 mg/dl.
  • Amino acidi
    Sono circa 25 e compongono le proteine. In situazioni particolari vengono utilizzati a scopo energetico come alternativa al glucosio e agli acidi grassi liberi. Praticamente tutte le cellule possono sintetizzare proteine a partire da amino acidi e possono ossidare (“bruciare”) amino acidi a scopo energetico.
  • Analoghi dell’insulina
    Sono molecole di insulina modificate con varie tecniche al fine di variarne i tempi d’azione accelerandoli (es. lispro, aspart, glulisina) oppure rallentandoli (es. glargina, detemir, lispro-protamina, degludec).
  • Analoghi di GLP-1
    Classe di farmaci per il trattamento del diabete tipo 2. Sono da iniettare sottocute e aumentano la secrezione di insulina e inibiscono la secrezione di glucagone. Riducono anche l’appetito e fanno perdere peso. Ce ne sono ad effetto più rapido e meno duraturo e altri a durata più prolungata. Includono exenatide (anche nella formulazione a lunga durata), liraglutide, lixisenatide, dulaglutide e albiglutide.
  • Angioplastica percutanea
    Tecnica che prevede, durante un’angiografia, di allargare il diametro di un’arteria ristretta dall’arteriosclerosi mediante un palloncino gonfiabile.
  • Antiaggreganti piastrinici
    Sono farmaci, come l’acido acetilsalicilico (Aspirina), che vengono spesso prescritti ai diabetici per ridurre il rischio di trombosi contrastando l’aggregazione delle piastrine (“fluidificano il sangue”).
  • Anticorpi anti-insulina
    Vengono prodotti contro l’insulina nell’ambito dell’autoimmunità del diabete tipo 1. Erano prodotti anche contro insuline estrattive (bovine o porcine) che non sono più in uso e sono quindi misurabili in persone trattate in passato con queste insuline. Quando presenti, rendono instabile la glicemia perché legano e rilasciano l’insulina in maniera imprevedibile.
  • Arteriografia
    Esame radiologico basato sull’iniezione in un’arteria di mezzo di contrasto per studiarne la forma e valutarne il flusso di sangue. Nel diabete viene utilizzata per studiare soprattutto le arterie delle gambe e le coronarie (coronarografia).
  • Arteriopatia obliterante degli arti inferiori
    Condizione in cui le arterie delle gambe presentano placche aterosclerotiche e restringimenti (stenosi) che diminuiscono il flusso del sangue. Può comparire nel diabete, soprattutto quando il compenso glicemico è stato lungamente insoddisfacente e in particolare nei soggetti che hanno fumato molto.
  • Aspirina
    E’ il principio attivo dell’Aspirina e di altri prodotti simili che vengono spesso prescritti ai diabetici per ridurre il rischio di trombosi contrastando l’aggregazione delle piastrine (“fluidificano il sangue”)
  • Aspirina (vedi acido acetilsalicilico)
     
  • Autoanticorpi
    Vengono prodotti per cause ancora poco note contro costituenti delle cellule che fabbricano l’insulina nel pancreas e sono i protagonisti dell’autoimmunità che causa il diabete tipo 1. Vengono misurati alla diagnosi del diabete di tipo 1 per avere certezze in casi dubbi. Possono essere presenti anche mesi/anni prima della comparsa dell’iperglicemia e possono essere usati come indicatori di rischio di malattia.
  • Automonitoraggio glicemico
    Misurazioni domiciliari delle glicemia mediante un glucometro.

Argomenti

Tavola dei Contenuti

Termini di glossario

Articoli preferiti